www.antimobbing.com

Definizione

La prima definizione scientifica del mobbing risale al 1984  ed è dello studioso Heinz Leymann di Stoccolma (Svezia).
Il mobbing è l’atteggiamento persecutorio di chi attacca una persona nello stesso ambiente di lavoro e che si risolve nella malattia psicologica e spesso anche fisica di chi lo subisce. Questo abuso spesso viene ricondotto ad altri reati (molestie, violenze, abuso d'ufficio, ingiurie, ed altro) sicuramente ad una prima valutazione ben più gravi di quello di mobbing. Se il lavoratore oggetto del mobbing non inquadra bene il contesto generale dell’azione portata avanti nei suoi confronti, la denuncia potrebbe portare a una archiviazione o a una condanna mite, non essendoci ancora una legge che codifica il reato di mobbing e che sanzioni direttamente chi lo attua.

 

 

 

 

 

Per informazioni o segnalazioni: nbonav@libero.it